Fotoit – Ottobre “Hope” di Riccardo Villa

di Paola Bordoni

A volte, nel guardare i bambini, dimentichiamo che anche loro, in quel preciso istante, ci osservano e ci giudicano; la bambina dell’immagine, pienamente consapevole dell’obiettivo, fissa leggermente a destra del fotografo che rimane impresso nei suoi  occhi. Lo sguardo è di altera intensità, mista a diffidenza e curiosità, quasi una sfida. E’ uno sguardo che “sentiamo” adulto, lontano dalla gioia e dall’innocenza dei suoi pochi anni. Ed è lo sguardo il centro, il focus dell’immagine che ha un’inquadratura essenziale, di pochi elementi: le sbarre di ferro, la leggera tenda a quadretti squarciata, la piccola maglia a pois. Le esili braccia alzate accentuano la tensione emotiva sul volto, quasi a creare una cornice a triangolo. Come tutte le immagini dei bambini che vivono in povertà, Hope impone a noi domande: ma dopo il breve istante dello scatto, cosa poi le è successo? quale è stato il suo futuro? il buio oscuro che vediamo nello sfondo l’ha poi nuovamente avvolta?